Chi siamo

Un giornalista, una regista freelance e un editore indipendente: un giorno ci siamo interrogati su come raccontare questa città al meglio. Abbiamo scelto di partire dalla periferia, da Quarto Oggiaro, un luogo che ci sembrava diverso da quello descritto dalle narrazioni della cronaca quotidiana e della maggior parte delle persone che vivono al centro di Milano e che a Quarto non hanno mai messo piede.

Siamo andati a Quarto, senza telecamera, solo per girare il quartiere, attraversarne le strade, respirare la sua anima e incontrare la gente. Lo abbiamo fatto per circa tre mesi e non abbiamo avuto dubbi: Quarto Oggiaro meritava di essere raccontato.

Così, a giugno del 2017 abbiamo iniziato una prima fase di riprese, realizzato un teaser, avviato un progetto di crowdfunding su produzioni dal basso, raccolto una parte dei soldi necessari per realizzare il nostro documentario, oggi giunto alla fase di montaggio e in uscita tra la fine di settembre e la prima metà di ottobre 2018.

Un anno nel quartiere per raccontarne volti, storie, iniziative, ferite, speranze, cultura, bellezza.

57 Quarto Oggiaro è il risultato di un grande sforzo collettivo, un film co-prodotto da oltre 150 persone (fino ad ora) provenienti da ogni parte d’Italia e non solo, ciascuno con il proprio contributo. Un grande sostegno e un immenso atto di fiducia che ci ha spinto a lavorare con entusiasmo e senso di responsabilità. Inoltre, siamo orgogliosi di aver ricevuto il patrocinio gratuito del Comune di Milano, segno dell’importanza del tema trattato e di condivisione del modo in cui lo stiamo raccontando.

Non vediamo l’ora di mostrarvi questo racconto sulla vera faccia di questo quartiere vitale, affascinante e ricco di storia.

Alina Nastasa (videomaker e regista), Massimiliano Perna (giornalista e autore), Marco Feliciani (editore e autore)

P.S. Ci teniamo a ringraziare le persone che hanno collaborato alla nascita e alla realizzazione di questo progetto.

Un grazie speciale a:

Mattia Cavalleri, che ha curato e cura il nostro backstage

Beatrice Ditto, autrice del nostro logo

Francesco Di Martino, regista e amico, la cui consulenza tecnica e i cui consigli sinceri sono stati preziosissimi

Peppe Cubeta e ai Qbeta, per averci donato la loro musica per il nostro teaser e per il documentario